BibbiaWeb
Home  Novità  La Bibbia  Studi biblici  Indice per autore  Indice per soggetto  Soggetti dettagliati

Chi sono i mansueti?

Il Messaggero Cristiano - Il Buon Seme (15/08/2005)


 
Beati i mansueti, perché erediteranno la terra. Matteo 5:5

(Gesù dice:) Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto ed umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre. Matteo 11:29

Io, Paolo, vi esorto per la mansuetudine e la mitezza di Cristo... 2 Corinzi 10:1

La vostra mansuetudine sia nota a tutti gli uomini. Filippesi 4:5

Mittezza d'anima

Quando il Signore, nel sermone sul monte, proclama «beati» i mansueti, non intende parlare di persone deboli né di quelli che vivono in una sottomissione servile. Un figlio di Dio «mansueto» può sopportare malvagità e durezza, senza vendicarsi, perché sa di essere sostenuto da Dio che gli dà la forza per mantenere questo atteggiamento di vero discepolo di Gesù. Il Signore Gesù era «mansueto». Solo seguendolo possiamo imparare ad avere un animo mite. Quando ci troviamo in uno stato d’irritazione per colpa degli altri, dobbiamo gridare a lui: «Signore, dammi di manifestare ora i tuoi sentimenti».

Mosè, il grande uomo di Dio dell’Antico Testamento, imparò da Dio ad essere d’animo mite nei quarant’anni trascorsi come pastore a Madian. In gioventù, per un improvviso accesso di giusta ira, aveva ucciso un Egiziano che maltrattava un Israelita (Esodo 2). Ma più di quarant’anni dopo, quando la sorella Maria e il fratello Aronne si misero contro di lui, lo Spirito Santo ha potuto rendere testimonianza che Mosè era il più mite di tutti gli uomini sulla faccia della terra (Numeri 12:3). Questo era il risultato di essere stato formato alla scuola di Dio.

L’espressione più perfetta di un animo mite è sempre il Signore Gesù. Quando i capi del suo popolo lo chiamavano «mangiatore e bevitore», e le città in cui aveva fatto il maggior numero di miracoli lo mandavano via, egli non reagiva. Guardava in alto e pregava: «Ti rendo lode, Padre!»